Angelo Zani (Reggio Emilia, 1949), libero professionista laureato in ingegneria, si è occupato prevalentemente di pianificazione territoriale e protezione civile e, in questi campi, ha diretto progetti di livello nazionale e internazionale. In ambito artistico si è dedicato a musica, pittura, scultura e, negli ultimi anni in particolare, all'abbellimento di edifici pubblici. Sono sue le opere in ferro che decorano la facciata della scuola materna di Nave San Rocco e l’istallazione antistante la stazione dei vigili del fuoco di Pozza di Fassa (TN).

Dal 2010 ha iniziato a presentare i suoi dipinti ottenendo significativi riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali d'arte contemporanea: "Premio di Afrodite" (Vicenza, 2010); "Premio Giorgione" (Città di Castelfranco Veneto, 2010); "Expectations", 2010 - presso "Collegium Hungaricum" (Berlino) e "No Longer Empty" (New York) su tema curatoriale di Manon Slome. Nel corso del 2011 ha esposto alla 19a Biennale Nazionale di Pittura Città di Soliera (segnalazione speciale della giuria), è stato finalista del "55esimo Premio Basilio Cascella", Museo Civico di Arte Contemporanea di Ortona (CH), di Salerno in Arte "Rifiuti in cerca d'Autore", al complesso monumentale di S. Sofia, di Premio Arte (Cairo Editore) esponendo al Museo della Permanente di Milano con diploma d'onore e inserimento nel "Catalogo Mondadori dell'Arte Moderna". Finalista anche di "Celeste Prize 2011", Exhibition presso "The Invisible Dog," Brooklyn, New York, con "Because the living can't remember the eyes of" (opera che sarà acquisita dalla Fondazione Museo della Shoah per il futuro allestimento del Museo di Roma). Tra i riconoscimenti recenti è il caso di citare la menzione speciale per "The Observer", fotografia finalista di "Bop Decameron 2013" (Omaggio degli artisti a Giovanni Boccaccio) Comune di Certaldo, il logotipo vincente e il nome della piscina comunale di San Lorenzo in Banale (TN) , l'opera di pittura acquisita nel giugno 2014, dal Comune di Pergine Valsugana, per il Nuovo Teatro Comunale (olio su legno). Ha tenuto la mostra personale "Chance" nella doppia sede di Spazio Art È e Iori Arredamenti a Reggio Emilia, dal 4 luglio al 17 settembre 2014. Vincitore, infine di Premio Terna 06, con l’assegnazione del terzo posto nella sezione pittura, opera esposta all’Archivio di Stato di Torino, dal 15 dicembre al 15 gennaio 2015, nell'ambito di Contemporary Arts.


 

catalogo "Meditazioni"

Angelo Zani (1949) got a University degree in Engineering in the late 70s; he practices his job in the field of territorial planning, civil protection and creative engineering. He has been the manager of national and international projects and has published over 50 scientific articles and monographic studies. He is a musician, too. Since 2010 he has gained several recognitions in national and international art contests. He has recently made iron art works for public buildings.

 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now